Per non dimenticare

Per non dimenticare tratto da Quelli erano giorni di Romeo Vernazza   Siamo tutti schiacciati all’interno, c’è appena lo spazio per sedersi, per dormire ci dobbiamo mettere d’accordo con i vicini e addossarci l’uno contro l’altro. Il portellone del vagone è aperto, ci cambiamo spesso di posto per non far prendere troppo freddo a quelli

By | 2018-01-27T12:37:51+00:00 26 gennaio, 2018|Estratti|0 Commenti

La giornata della Memoria labile

La giornata della Memoria labile di Lady Tora Passano gli anni e le testimonianze dirette diventano sempre meno, sempre più labili, sono quasi sibilo in un mondo che urla e revisiona. Questa memoria che umanizza gli aguzzini come fossero tutti ragazzi problematici, adolescenti ribelli che imbrattano muri e non assassini che mandavano innocenti a morire

By | 2018-01-25T14:07:01+00:00 25 gennaio, 2018|Contributi|0 Commenti

Lui

Lui di Chiara L'EditorA Tutti nascondono qualcosa che nella vita li ha cambiati: una gioia, un dolore, un evento particolare ma lei nascondeva qualcosa in più. Sì, lei non era come gli altri, dentro i suoi occhi aveva un fuoco particolare, non era forte, non era vivo, anzi, si potrebbe dire somigliasse a un fuoco

By | 2016-12-19T15:30:51+00:00 19 dicembre, 2016|Contributi|0 Commenti

Chissà

Chissà di Chiara l'EditorA Ti sei ritrovato lì, a terra, intorno a te il nulla. Quel nulla assurdo, fatto di luce e di gente che ti cammina attorno senza vederti e tu lì, sempre più impalpabile in mezzo a tutti quei rumori. Gli occhi bruciano, la gola è arida, il petto ti scoppia. Tutto è

By | 2016-12-14T22:49:22+00:00 14 dicembre, 2016|Contributi|0 Commenti

Niente

di Chiara (L'EditorA) Passano le giornate, uguali tra loro, differenti solo per il rumore che hanno: alcune hanno il suono della pioggia, altre il rumore del vento, altre ancora urlano incazzate le loro ragioni attraverso i tuoni. Io sono sempre qui, le sento, le subisco, fantastico e provo a immaginare come sarebbe stare lì fuori.

By | 2016-11-26T16:50:03+00:00 26 novembre, 2016|Contributi|1 Commento

T’amo Pio Boh

Due piccoli reportage sulla poesia e sull'inquietudine della provincia italiana di Romeo Vernazza T’amo Pio Boh Leopardeggiare/v.intr. (io leopardeggio; aus. avere) - raro. Imitare lo stile o gli atteggiamenti di G. Leopardi. Dal Vocabolario della Lingua italiana Zingarelli Che si fa per bere chardonnay a sbafo in un angusto sabato del villaggio? Ma si va

By | 2017-04-06T13:57:31+00:00 8 novembre, 2016|uncategorized|0 Commenti

L’Editoriale dell’EditorA, 18/10/2016

   Loris è morto e sua madre è stata condannata a trent'anni. Il popolo della rete esulta un po' contrito pensando che la pena sia troppo leggera e sogna le pire che ardevano ai tempi della caccia alle streghe. In Francia è crollato un balcone, son morti quattro ragazzi e altri quattordici son rimasti feriti.

By | 2016-10-18T00:10:10+00:00 18 ottobre, 2016|Editoriali dell'EditorA|0 Commenti