La grande truffa del cristianesimo

 22,50  12,00

Attraverso un’accurata documentazione, è puntualizzata la reale funzione delle religioni quale subdolo strumento di dominio, indispensabile per assicurare il mantenimento del potere da parte della classe sociale privilegiata capitalista. Di Fernando Liggio. Prefazione di Roberto Renzetti

Descrizione

486 pagine - 14x21cm

Dal IV secolo in poi dell’Era Volgare

il cristianesimo,

distaccatosi da oltre tre secoli dall’organizzazione religiosa giudaica fu istituzionalizzato come incontrastata “religione” ufficiale dello Stato con l’Editto di Tessalonica e in pratica, reso esecutivo nel 391 per decreto dell’imperatore Teodosio I e tra i suoi gerarchi si iniziò a eleggere il Capo in Assoluto che, nel 384, assunse il titolo di Papa. Conseguentemente, la maggior parte dei “Papi”, non solo si sono resi direttamente responsabili di orrende atrocità, ma hanno anche favorito ingenti azioni delittuose e illegalità di ogni genere. Quindi, attraverso un’accurata documentazione, è puntualizzata la reale funzione delle religioni quale subdolo strumento di dominio, indispensabile per assicurare il mantenimento del potere da parte della classe sociale privilegiata capitalista. Inoltre, è evidenziato come il potere clericale, per mantenere e rinforzare i propri interessi politico-economici, ha con notevole astuzia, fin dalle origini, intrapreso l’integrale gestione del Cristianesimo, esercitando persino il più riprovevole comportamento criminoso quale il plagiante “condizionamento religioso”, verso inermi fanciulli e adulti sprovveduti, a dover credere in assurde menzogne spacciate per verità sacrosante, nonostante l’abuso della credulità popolare costituisca un gravissimo reato. Infine è anche denunziata la vergognosa, interessata tolleranza del “potere governativo”.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 21 x 14 cm
Pagine

486

isbn

9788897309246

copertina

Ambrogio Lorenzetti (1290-1348): “Allegoria del Cattivo Governo” (1339), affresco sito nella parete sinistra della “Sala dei Nove” (“Palazzo Pubblico” di Siena)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La grande truffa del cristianesimo”

Ti potrebbe interessare…