Maledetta Eva

 16,00

Un saggio di Eraldo Giulianelli

Sconti quantità
1-2 3 4 5 6+
€ 16,00 € 14,40 € 13,60 € 12,80 € 12,00

Descrizione

Un saggio di

Eraldo Giulianelli

formato 14x21cm - pagine 266

Mia nonna crede che una donna con le mestruazioni non debba avvicinarsi alle sue piante perché queste morirebbero di sicuro. E lei ci tiene oltremodo alle sue piante. Da dove venga un approccio tanto ostile nei confronti della fisiologia femminile lo si intuisce facilmente. Nulla è più impuro della donna nel suo mestruo: essa rende impuro tutto ciò che tocca dice san Girolamo. La donna di chiesa è consapevole di essere – per sua natura – immonda; comprende perfettamente l’origine maligna di alcune manifestazioni del suo corpo; con un balzo di pudore nega se stessa in pensieri, opere e omissioni – soprattutto omissioni. E noi cristiani occidentali, inchiodati alle nostre radici, stiamo tanto a giudicare le usanze dei non cristiani! è bene ricordare che le “nostre” tanto amate radici sono nelle Scritture, e quello che è scritto non si cambia. Infatti il dogma non può per sua natura essere storicizzato e quel che dicono i padri della Chiesa deve valere intonso ancora oggi. Sembra strano ma funziona proprio così, e anche se i teologi sono soltanto la faccia più impopolare – e perciò tenuta ben nascosta – dell’organizzazione ecclesiale (ammesso che questa abbia almeno una faccia presentabile), è bene sapere che nella Chiesa nulla è cambiato e nulla cambierà, a livello ufficiale. Il dogma è lineare: sei dentro oppure sei eretico. Tutto il Cristianesimo – in breve – gravita intorno alla riduzione, esemplare il caso dei tre che, per varie vie, costituiscono una entità unica. La donna è mobile, leggi “figlia di Satana”: pensa e fa contemporaneamente, si prende cura di se stessa e degli altri allo stesso tempo; e la colpa di una scelleratezza simile è senz’altro di Dio che ha voluto – all’atto della creazione – differenziare la seconda creatura dall’essere a sua immagine e somiglianza.
Tornando sulla immonda terra: se è vero che l’intero sesso femminile può essere riassunto nel termine di “puttana”, è altrettanto vero che ai preti non è mai mancata la presenza di una puttana in sagrestia. Immaginiamo il fastidio.

D.ssa Alessandra Caraffa – Terni

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 14 x 21 cm
isbn

9788897309918

in copertina

Andromeda di Gustave Doré

pagine

266

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Maledetta Eva”

Ti potrebbe interessare…